Torre Verde

Articolo di Nicolò Canal e di Leonardo Valentini. L’immagine di copertina è stata scattata da Anna Valentini (2021).

Se ci seguite da un po’ di tempo ormai sapete che Trentino History ha un debole per San Martino. Con il post di oggi ritorniamo infatti su queste strade per parlarvi di Torre Verde, una delle fortificazioni medioevali più famose di Trento e forse anche uno dei simboli più celebri di questo quartiere.

Torre verde oggi è inserita in un contesto urbano e densamente trafficato. Infatti, sotto il suo caratteristico tetto colorato a cuspide passano centinaia di automobili al giorno e sembra difficile immagine che un tempo, al posto della strada, vi era un fiume e, al posto delle macchine, vi era sempre traffico, ma di imbarcazioni. Sul passato fluviale di San Martino vi abbiamo già parlato, ma è giusto ricordare che qui fino al 1858 scorreva l’Adige su cui si rifletteva questa torre di vedetta.

La torre è a pianta semicircolare e chiudeva la cinta urbica cittadina settentrionale collegandosi con le mura sino al Buonconsiglio. L’origine è incerta, probabilmente risale al XIII secolo, ma è dal Cinquecento che ha la caratteristica cuspide gotica con i suoi embrici verdi da cui prende nome.

Attualmente non si possono visitare gli interni, ma sappiamo che in passato è stata usata anche come deposito di polvere da sparo e delle merci del porto fluviale.

Anna Valentini, 2021

Piccola curiosità: leggenda narra che vi fosse un macabro trabocchetto alla base della torre, pieno di coltelli taglienti per far sparire le persone indesiderate. Successivamente le loro salme venivano poi gettate nel vicino Adige tramite un secondo ingranaggio. Ovviamente non ne è rimasta alcuna traccia di questi sofisticati sistemi.

Foto storica di G. B. Unterveger, 1870 ca. proveniente dall’archivio privato di Leonardo Valentini. Notare l’antico alveo dell’adige non ancora interrato davanti a Torre Verde. Se osservate attentamente noterete anche parecchi dettagli interessanti come un bambino con la divisa scolastica dell’epoca e una donna che sta lavando i panni.

Fotografie di Anna Valentini, 2021.

Bibliografia

  • Aldo Gorfer, I castelli del Trentino, vol. 3, Arti grafiche saturnia, Trento, 1990
Dipinto: Veduta di Trento da Nord (Ansicht von Trient vom Norden), A. Durer, 1495-1500

Crediti fotografici

Per altre curiosità su San Martino c’è anche l’articolo di Federico Duca:

E di Borja Escribano Navajo:

Infine, c’è anche una puntata dedicata nel nostro podcast a San Martino:

Pubblicato da Nicolò Canal

Sono Nicolò, uno degli autori che scrive per Trentino History. Di origine trevigiana, attualmente sono stato adottato dal Trentino per via dell’Università, infatti studio giurisprudenza all’Università di Trento. In università cerco di specializzarmi nel campo del diritto civile ed in quello della storia del diritto, materia che mi affascina sin da bambino. Nel tempo libero arrampico e cerco di leggere qualcosa di diverso dai manuali di diritto e dai codici.