Simonino da Trento: quando vincono le fake news

In occasione della Giornata della Memoria vogliamo ricordare un triste evento accaduto nella Trento medievale del Principe Vescovo Giovanni Hinderbach, che ci mostra quanto l’odio e il fanatismo siano da sempre stati subdoli compagni di viaggio della storia umana.

Forte Verle, il fascino della Grande Guerra

“L’interno è simile ad una nave da guerra: corridoi stretti, scalette di ferro, fasci di cavi lungo le pareti, luce artificiale, macchinari, odore di nafta e di grasso lubrificante. I locali sono angusti, con muri in cemento spessi un metro” […]

Dialetto e….paternità ignote: il “caso matelot”

Le guerre, oltre ad essere drammatici e distruttivi eventi della storia umana, sono anche momenti nei quali avvengono enormi e veloci spostamenti di persone su distanze immense, avvicinando così tra loro popoli e culture diversissime. E’ curioso notare come in questo caso avvenissero quindi anche influenze reciproche nel linguaggio, con la nascita di nuovi modi di dire e nuove parole che riprendevano termini stranieri “adattati” sull’altra lingua o adottando (anche decontestualizzandoli) particolari vocaboli.

Dall’aeroporto di Gardolo il primo bombardamento a Milano

Con l’apertura del fronte con il Regno d’Italia, in molte zone dell’attuale Trentino furono approntati dall’Impero austro-ungarico diversi campi d’aviazione per proteggere il proprio spazio aereo dalle incursioni nemiche ed effettuare a loro volta attacchi dietro le prime linee italiane.

Possono le barche navigare sulla terra? Galeas per montes conducendo.

La piccola Valle di Loppio, che collega la Vallagarina al Lago di Garda, è da sempre stata un importante luogo di transito nel quale passarono moltissimi viaggiatori, turisti, sportivi (tra i quali, in questa settimana, anche il nostro Michele Grieco) e, nel Medioevo, anche…una flotta di navi da guerra!